Yla von Dach


Premio speciale di traduzione 2018

Yla von Dach

Assegnando un premio a Yla Margrit von Dach viene distinta una traduttrice che, dopo gli studi, si è sempre dedicata alla scrittura. Conclusa la sua attività di giornalista, nel 1982 ha riscosso successo come autrice, prima di diventare principalmente traduttrice letteraria. Fino ad oggi ha tradotto dal francese in tedesco numerosi romanzi, pezzi di teatro, raccolte di poesie e saggi.
Le sue traduzioni sono significative non solo per la loro quantità e varietà. In esse Yla Margrit von Dach dimostra di essere un’acuta lettrice dei testi francesi che rileva possibili lacune altrettanto bene delle particolarità o sfumature linguistiche. Inoltre si conferma anche e soprattutto una virtuosa della lingua, che riesce a fare emergere le sottigliezze nascoste del testo originale anche nell’altra lingua abbinando in modo incomparabile accuratezza e ricchezza di idee.
Yla Margrit von Dach è doppiamente un’esploratrice: nell’individuare le modulazioni e le risonanze di entrambe le lingue e nel distinguere nuovi temi e forme della letteratura di lingua francese. Le sue traduzioni hanno contribuito a far conoscere nella regione germanofona tutta una serie di autrici e autori francesi oltre che numerose scrittrici romande, come Sylviane Châtelain, Catherine Colomb, Marie-Claude Dewarrat, Monique Laederach, Janine Massard, Sylviane Roche e Catherine Safonoff. Non meno numerose sono le sue traduzioni di importanti opere di scrittori romandi per i quali è sempre riuscita a trovare il linguaggio adeguato agli stili letterari più diversi, da ultimo per Michel Layaz, Marius Popescu e Jean-Pierre Rochat.
Fin dagli esordi ha accompagnato assiduamente il « Centre de traduction littéraire » di Losanna facendo confluire le sue esperienze e i suoi punti di vista di traduttrice in seminari e laboratori, a Losanna come altrove. Il suo significativo operato di traduttrice e le sue apparizioni pubbliche in Svizzera e in numerosi altri Paesi hanno contribuito a fare sì che la traduzione letteraria venga oggi recepita come una vera e propria arte.